Un futuro senza “debito” per i giovani

papa-francesco

Un nuovo anno che inizia con il pensiero rivolto ai giovani da parte di Papa Francesco e successivamente, nel suo rituale discorso dal Quirinale, del Presidente della Repubblica Mattarella.
Queste parole ricordano il ruolo che hanno avuto e dovranno avere le nuove generazioni, ma anche il trattamento che hanno avuto – e dovranno soprattutto avere – da parte della società e di “chi decide”.
Papa Francesco è stato chiaro: “abbiamo un debito verso i giovani!”

Continua a leggere

Radio, musica è.. #newgeneration showcase

Che ne dite della foto che vedete qui sotto?

#newgeneration showcase. Questo il nome di un momento d’intrattenimento tutto da ascoltare, da vivere in prima persona a diretto contatto con le proprie icone della musica. Ulteriore punto di contatto proprio tra le new generation e uno dei loro media preferiti: la radio.
L’iniziativa è infatti targata Rds, che già da tempo offre al suo pubblico ed ai suoi ascoltatori esperienze musicali molto emozionanti, all’interno del suo originalissimo auditorium.
Ieri è stata la volta di quattro “piccoli grandi”, ovvero quattro big che spopolano tra giovani e giovanissimi, che avete vedete proprio nel selfie d’apertura.

rds

Chi sono?

Jasmine Thompson, Alessio Bernabei, Annalisa e Benji & Fede.
Quattro testimonianze che, commenta Massimiliano Montefusco, Direttore Marketing e Comunicazione di quella che è ormai la media company Rds, “mettono in evidenza come il talento sia sempre chiaramente fondato sulle proprie capacità professionali, ma con un aspetto non trascurabile oggi: il talento ai giorni nostri, infatti, sta anche nella capacità di saper sfruttare ogni mezzo a disposizione per raggiungere più pubblici e mostrare le proprie performance, con possibilità di diffusione prima inesistenti”. E alcuni dei ragazzi saliti sul palco ieri sono l’esatta dimostrazione di questo principio.

Cosa è successo allo showcase?

Continua a leggere

Tremano le città, i luoghi dell’identità

norcia-terremoto

Scosse che lasciano il segno, colpendo duramente città, paesi e vite. E sotto diversi punti di vista.

Intanto nei luoghi della quotidianità, a partire dall’ intimità delle proprie case, alle piazze, alle strade, oggi irriconoscibili per molti nostri connazionali. Sono scosse che arrivano fino al cuore delle località e degli abitanti che feriscono.

Qui il secondo segno lasciato da questi eventi traumatici, tanto profondo da arrivare, irreversibilmente, a toccare l’ identità di interi popoli.

La Norcia di queste ore, partendo proprio da una delle località maggiormente interessate dallo sciame sismico in corso, non è la stessa Norcia di qualche ora fa.

Continua a leggere