Parola d’ordine “digitale”

Che il digitale sia non solo il futuro, ma il nostro presente è un dato ormai evidente. 

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi ci comunica proprio l’incremento del ricorso alle tecnologie anche da parte dei bambini: dall’ora e mezzo dei 4 anni fino alle tre ore e mezzo degli anni. Un approccio da analizzare con cura, ma che delinea chiaramente gli sviluppi della nostra vita, personale e professionale…

Continua a leggere

Evoluzione tribale

L’evoluzione rispetta una legge inesorabile. Non c’è spazio senza tempo, non c’è tempo senza, appunto, evoluzione.

C’è però un futuro che può nascondere comportamenti e tendenze del passato. E se quelle “nobili” sono una bella eredità, quelle che ci fanno tornare ad atteggiamenti “tribali” sono da analizzare con cautela.

“Evoluzione tribale”, dunque, vuole richiamare l’attenzione sul rischio di vedere sfumare traguardi che l’evoluzione ci ha permesso di conquistare. Dal modo di esprimerci a quello di guardare al prossimo, una società evoluta dovrebbe conoscere meno fenomeni che vedono prevalere “l’impulso” rispetto al ragionamento, la “tolleranza” rispetto all’esclusione, l’ “interesse generale” rispetto a quello limitato o dei singoli…

Continua a leggere

Consigli a generazioni di cittadini e imprese

Siamo sempre molto attenti ai passi che muove l’economia e dagli impatti che hanno sul lavoro, specialmente per tutte le generazioni che lo vivono in modo precario, purtroppo, o iniziano adesso ad affacciarsi a questo mondo.

Stando a questioni fiscali, di grande attualità nel dibattito, sappiamo che dalle prossime ore Agenzia delle Entrate Riscossione riprenderà la notifica di cartelle ed atti di riscossione sino ad oggi sospesi dai provvedimenti degli scorsi mesi, dunque una valanga di oltre 50 milioni di atti arriverà a interessare cittadini e imprese…

Continua a leggere

Claudio Baglioni, le storie della sua storia

In un momento come l’attuale valorizziamo tutto ciò che rappresenta per noi “vita”, in termini di emozioni, tra ricordi e futuro. La musica non è solo piacere procurato dalle parole e dalle note che le avvolgono ma, ora più che mai, proprio una compagna di vita. Per ciascuno di noi, colonna sonora di storie e momenti. Per tutti noi, insieme, un’eccellenza che ci ha reso grandi nel mondo, grazie agli italiani che hanno saputo far arrivare i loro messaggi, i loro pensieri, in ogni angolo di “casa nostra” e non solo.

Claudio Baglioni è uno di questi, un nome che viene immediatamente in mente nel pensare proprio a questi passaggi descrittivi relativi al valore che la musica ha per noi, come individui e società…

Continua a leggere

Appuntamento con il futuro

Il momento storico che stiamo vivendo ci fa concentrare su come affrontare questi giorni, il presente. Con tutte le difficoltà del caso, questa è una fase da vivere, però, anche con lo sguardo rivolto al futuro. Quali nuove soluzioni possono esserci nella nostra vita, lavorativa e personale? Come possiamo reagire? Pensando anche a qualche novità che non ci porti auspicabilmente solo alla vita di prima ma a un futuro, se possibile, anche migliore.

E’ lo spirito che anima il Maker Faire Rome 2020, il più grande evento europeo sull’innovazione, che quest’anno è partita il 10 dicembre e sia viva oggi alla conclusione, in modalità interamente online…

Continua a leggere

Una giornata in contatto (digital) con il lavoro

Andiamo dritti al punto, parliamo di lavoro e soprattutto opportunità.  

Domani 23 novembre una giornata di appuntamenti digital, incontri con protagonisti di grandi aziende, PA, docenti e consulenti del lavoro, pronti ad affrontare il tema del lavoro. È il Career  day “digital edition” di Brain at Work che intende permettere a diplomati, laureandi e laureati d’incontrare virtualmente i recruiter delle aziende presenti, grazie al supporto della migliore tecnologia attualmente disponibile.

A questo link il programma e i vari incontri cui partecipare: 
https://www.brainatwork.it/eventi/digital-career-day-italia

Più di 60 posizioni lavorative ricercate, 15 digital rooms per i colloqui, 24 relatori  e 15 grandi aziende ed enti partecipanti.
Numeri interessanti se messi anche in relazione con quelli del lavoro nella fase di emergenza..

Continua a leggere

Diritto alla salute.. psicologica

Torniamo a parlare di equilibrio e salute, psiche. Perché di questi tempi è diventato un tema (ulteriormente) centrale nella vita di tutti i giorni, già frenetica nella normalità e che ci vede ancor più “sotto pressione” nell’emergenza.

I ragazzi, con i loro progetti di vita, sono alle prese con un presente difficile e un futuro dai tratti ancor più sbiaditi.

Continua a leggere

Siamo il modo in cui trattiamo l’altro

In un momento storico così complesso riscopriamo la frase di gandhiana memoria sulla civiltà di un Paese che si misura in base al trattamento dei suoi animali. A dar conto alle notizie ricorrenti, infatti, questa pandemia avrebbe molto a che vedere con il rapporto tra uomo e animali. Un rapporto che, se scorretto, può portare anche a estreme conseguenze. Dovremmo imparare a passare da un sistema ego-centrico a uno eco-centrico, fondato sul rispetto di altri esseri viventi, dell’ambiente. Che poi è rispetto di noi stessi…

Continua a leggere

La paura ci può salvare (?)

La paura che ci può salvare. Ebbene si, questo temuto sentimento può trasformarsi per noi in un grande alleato, se ben ascoltato e gestito. Parola del neurologo e divulgatore Rosario Sorrentino, che ne parla da tempo e ribadisce questo concetto nel suo ultimo libro, legato all’attualità di un tema che stiamo vivendo in un’emergenza particolare come l’attuale. Percepita da tutta la popolazione e in particolare modo dalle giovani generazioni, alle prese con il proprio confronto con un mondo complesso e sempre più ricco di insidie guardando al futuro. Alcune, però, possono essere anche opportunità.

Continua a leggere

Essere e(‘) apparire

 
Tanto importante il “contenuto”, quanto il modo in cui si presenta, diciamolo. nella società contemporanea l’immagine rappresenta, a torto o a ragione, un bligliettino da visita non secondario. dalla vita personale a quella professionale spesso siamo quello che “presentiamo” di noi.
Di qui la tendenza alla cura di mente e corpo, con modelli che a volte estremizzano anche troppo il canone estetico. D’altro canto è pur vero che, dalla natura al nostro “sè”, il nostro è un non do bisognoso di “bellezza”, con l’importanza che hanno le radici di questo concetto nel loro giungere fino al contenuto e alle qualità nascita di un qualsiasi (s)oggetto di bella presenza. Parlando di ragazzi capiamo quanto questo sia sentito, e l’idea di questa riflessione nasce proprio dal sentiment che ascoltandoli si percepisce…
 

Continua a leggere